News ed eventi

Qualificati

 

A Tallinn in Estonia l’Italia supera il turno e vola verso la finale mondiale del Bocuse d’Or 2021 di Lione. Sul podio Norvegia, Danimarca e Svezia.

Arriva nel tardo pomeriggio la comunicazione delle dieci squadre che si sono aggiudicate il lasciapassare per la finale mondiale del Bocuse d’Or 2021 a Lione, in uno scenario completamente diverso rispetto al solito; nessun pubblico ad applaudire questa volta, solo team e giuria nel padiglione adibito per le gare all’interno della Saku Arena de Tallinn, un modo anomalo di vivere la competizione più importante al mondo nata dall’idea di Paul Bocuse nel 1987.

In Estonia il 15 e il 16 ottobre l’Italia gioca le sue carte per la qualificazione al Bocuse d’Or 2021 sfidando altri 16 team europei nella più importante competizione culinaria al mondo, nata per volere dello chef Paul Bocuse nel 1987. A competere per l’Italia un team giovane capitanato da Alessandro Bergamo, già sous chef del ristorante Cracco a Milano, insieme allo chef Lorenzo Alessio (team coach), Francesco Tanese (commis) e Filippo Crisci (assistente Coach) della Federazione Italiana Cuochi. Le aspettative sono tante, l’Italia, più volte fra le prime dieci senza riuscire a salire sul podio, ha sfiorato solo il quarto posto con lo chef Paolo Lopriore nel 2001. Il Bocuse d’Or è una gara impegnativa che richiede precisione, disciplina e soprattutto tanta preparazione. Sotto la supervisione del presidente Bocuse d’Or Italy Academy lo chef Enrico Crippa (ristorante Piazza Duomo, Alba), del direttore Luciano Tona, il prezioso contributo del vicepresidente dell’Accademia Italiana Bocuse D’Or lo chef Carlo Cracco e della Federazione Italiana Cuochi, il team ha continuato in questi mesi ad allenarsi duramente in vista della finale europea. La gara non da margini d’errore e il vassoio ideato, un lavoro molto curato e minuzioso, si è avvalso delle competenze di molti esperti e delle soluzioni più innovative per competere nel più celebrato circuito culinario mondiale. Oggi i ragazzi sono pronti ad affermare in Europa i grandi valori del cibo italiano, confrontandosi con i migliori chef europei per conquistare l’ambito posto nel parterre di nazioni che prenderanno parte alle finali mondiali di Lione.

Ma senza il sostegno di enti istituzionali ed organizzazioni del settore (ad esempio FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi) non si sarebbe potuta offrire questa grande opportunità all’Italia. In tanti hanno creato i presupposti per affrontare una sfida così impegnativa e i risultati che verranno saranno merito di tutti. Un prezioso sostegno alla realizzazione del progetto è venuto senz’altro dalla Regione Lombardia. Non a caso il capitano del Team italiano è lo Chef Alessandro Bergamo, nato a Monza e secondo chef nel ristorante “Da Cracco” a Milano, ma, il grande coinvolgimento delle aziende e organizzazioni lombarde assegna di fatto alla Regione un importante ruolo di promozione dei valori culinari italiani in questa grande vetrina internazionale. La scelta di far leva su grandi iniziative internazionali che coniugano cucina professionale ed enogastronomia territoriale all’esportazione di modelli e competenze italiane nel cuore d’Europa, è del resto fra le prerogative di un territorio come quello lombardo che ha fatto, per confini e aspetti culturali, dell’internalizzazione del Made in Italy uno dei suoi caratteristici punti di forza e, durante l’Expò, ha potuto mostrare come la cucina professionale, anche sul piano socio economico, sia un veicolo efficacissimo per accrescere il valore d’insieme del mercato dell’ospitalità e di tante filiere produttive a questa connesse.

 

 

In Estonia il 15 e il 16 ottobre l’Italia si giocherà la qualificazione al Bocuse d’Or 2021, sfidando in una competizione diretta Norvegia, Finlandia e Francia

Mancano pochi giorni alle qualificazioni europee Bocuse d’Or 2021 del 15 e 16 ottobre a Tallin in Estonia, la competizione culinaria più importante al mondo nata per volere dello chef Paul Bocuse nel 1987; a competere per l’Italia sarà quest’anno un team molto giovane capitanato da Alessandro Bergamo, già sous chef del ristorante Cracco a Milano e finalista della regione Italia e Sud Est Europa di San pellegrino Young Chef 2020. A formare il dream team Italia anche lo chef Lorenzo Alessio (coach), membro della Federazione Italiana Cuochi e Francesco Tanese (commis) che sfideranno il 16 ottobre le squadre più forti delle scorse edizioni come la Norvegia, la Finlandia e la Francia.

Contattaci

Bocuse D'Or Italy Academy

Piazza Risorgimento
12051 Alba (CN) - Italy
+41 798 541 117

info@bocusedoritalyacademy.it

Fast Contact

Luciano Tona

Direttore

Tel. +39 335 655 9251

direzione@bocusedoritalyacademy.it

Federazione Italiana Cuochi

Federazione Italiana Cuochi

P.le delle Crociate, 15 
00162 Roma - Italy

Tel. 06.4402178 | Fax 06.44246203

segreteria@fic.it  |  fic.it

Visitaci

facebook